Zingaretti e Raggi gli amministratori più odiati dagli italiani: sprofondano agli ultimi posti Boom del centrodestra


Boom del centrodestra, sprofonda Nicola Zingaretti. Il sondaggio sul gradimento dei governatori di Regione piomba sui partiti già al lavoro per le elezioni amministrative di settembre. Secondo la rilevazione di Noto Sondaggi per il Sole 24 Ore infatti i quattro presidenti più graditi appartengono al centrodestra.

A guidare la classifica è il leghista Luca Zaia presidente del Veneto: il 70% dei suoi corregionali lo rivoterebbe oggi. Seguono Massimiliano Fedriga del Friuli Venezia Giulia (59,8%) e Donatella Tesei dell’Umbria (57,5%), sempre della Lega, e Jole Santelli di Forza Italia in Calabria:  57,5% come la Tesei.  In calo in Lombardia il consenso per il leghista Attilio Fontana: dal 49,7 al 45,3%.

Nell’altro schieramento fa rumore la caduta di Michele Emiliano in Puglia: consenso a picco dal 47,1 al 40%.  Ancora peggio Nicola Zingaretti, ultimo nella classfica dei governatori di Regione secondo il sondaggio dell’istituto di Antonio Noto: solo il 30% degli elettori del Lazio ha fiducia nel suo presidente, anche segretario del Pd.

A sinistra emerge Stefano Bonaccini (54% dei consensi tra i cittadini dell’Emilia-Romagna), visto nella sua area politica anche come possibile leader del Pd. La palma del miglior incremento spetta a Giovanni Toti in Liguria: che passa dal 34,4 al 48%.

Tra i sindaci trionfa il dem Antonio De Caro mentre cadono le stelle del Movimento.  Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino precipitano, rispettivamente, al penultimo posto (con un calo di 29 punti rispetto al 67,2% del giorno di elezione) e al 97mo (-10,9).

Leggi la notizia su Il Tempo

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter