Vivi nell’Oregon e sei afroamericano? Per diplomarti non è necessario che tu sappia leggere, scrivere o fare i conti


Di  – Per i prossimi cinque anni, un diploma di scuola superiore dell’Oregon non garantirà che lo studente che lo ha conseguito sappia leggere, scrivere o fare matematica a livello di scuola superiore. La governatrice Kate Brown  ha firmato la legge 744, proposta dal Senato, il giorno 14 luglio scorso, senza nessuna pubblicizzazione, in silenzio, tanto che lo si è saputo dopo a cose fatte e, fino all’ultimo,  ha nascosto la cosa.

Quindi si è trovata nella necessità di difendere la sua scelta. Il vicedirettore della comunicazione ha affermato che, per cinque anni, sono sospesi i requisiti minimi di conoscenza della lingua scritta, parlata e di conoscenza della matematica,ma solo per “I residente in Oregon di colore, latini, LatinX, indigeni asiatici, delle isole del pacifico, tribali e di colore in genere. I bianchi dovranno studiare.

L’obiettivo sarebbe quello di superare le differenze razziali in attesa di definire nuovi standard di conoscenza e nuove modalità d’insegnamento. Nel frattempo però non è stato richiesto nessun aumento nel budget educativo a favore delle minoranze…

.”I leader di quelle comunità hanno sostenuto più e più volte standard equi di laurea, insieme a maggiori opportunità di apprendimento e supporti”, ha scritto Boyle. Ora abbiamo qualche dubbio che leder seri di comunità vogliano effettivamente essere responsabili di una generazione di giovani che non è in grado di leggere in modo compiuto.

Questa è la politica più razziale che si possa immaginare. Se foste un datore di lavoro  che necessità qualcosa di più di una persona che serve un caffè ad un tavolo, vi fidereste di un ragazzo che non ha dovuto fare neppure un esame minimo di matematica, o scegliereste quello che lo ha affrontato con successo. Tra l’altro in questo modo si dà per implicito che ci sono etnie non in grado di passare un esame. Stiamo scherzando? Si torna ai tremendi anni trenta del secolo scorso.

Leggi la notizia su Scenari Economici