“Vi taglio la testa, vi ammazzo tutti”: marocchino armato di motosega semina il panico a Treviso. Due feriti




Di Alessandro Della Guglia – Roma, 31 gen – Scene da film del terrore a Farra di Soligo, in provincia di Treviso, dove un operaio marocchino in seguito a una lite con un collega ha scatenato il panico. Il 30enne nordafricano ha pensato bene di distrugge due auto e ferire con un pesante arnese da falegname prima il compagno di lavoro e in seguito uno dei due titolari dell’azienda. Le due persone colpite sono state ricoverate in ospedale con ferite guaribili in circa trenta giorni.

Scene da film horror

A raccontare la vicenda accaduta nel pomeriggio di ieri è il Gazzettino, che spiega come il marocchino fosse stato assunto soltanto due giorni prima tramite un’agenzia di lavoro interinale e il diverbio con il collega è avvenuto per futili motivi. Stando a quanto ricostruito dal quotidiano del Triveneto, il nordafricano si è impossessato di una grossa e tagliente punta di trapano e l’ha data in testa prima a uno dei proprietari della ditta, per poi scagliarsi contro le auto parcheggiate sul piazzale limitrofo agli uffici dell’azienda. Un pulmino della ditta e una Golf di un rappresentante di vernici sono stati sfasciati dal marocchino in preda al delirio.

Come se non bastasse, il 30enne nordafricano ha poi imbracciato una motosega, e mentre cercava di azionarla, ha rincorso colleghi di lavoro e titolari, minacciandoli di morte al grido di: “Vi taglio la testa, vi ammazzo tutti”. Alla scena hanno assistito anche alcuni automobilisti di passaggio. Pochi minuti dopo sul posto sono intervenuti ambulanze e Carabinieri. I militari sono riusciti a bloccare la furia del marocchino, arrestandolo subito dopo.

Di Alessandro Della Guglia

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter