Venezuela, altri guai per il M5S: “Dal comunista Hugo Chavez 3,5 milioni per Casaleggio”





Da Affari Italiani – Per il M5s al caso Moby si aggiunge anche quello dei presunti fondi illeciti provenienti dal Venezuela. La vicenda già nota da tempo fa registrare una svolta. Hugo Carvajal, detto “El Pollo” ha deciso di collaborare con la giustizia spagnola e ha scritto un memoriale con tutti i dettagli dei finanziamenti del regime ai vari partiti filo comunisti del mondo.

L’indagine – si legge su Repubblica – è aperta da due anni, da quando un documento pubblicato dal quotidiano spagnolo Abc e attribuito ai servizi segreti di Caracas, dava conto di “una valigetta con 3,5 milioni di euro” portati in Italia dal console del Venezuela a Milano, Gian Carlo di Martino, e consegnati a Gianroberto Casaleggio.


La diffusione della notizia aveva portato a due inchieste parallele: quella per diffamazione, nata dalla denuncia di Casaleggio jr. E quella per riciclaggio e violazione della legge sul finanziamento pubblico ai partiti, che vede invece indagato il console Di Martino. Nel frattempo, però, Carvajal – prosegue Repubblica – ha fatto un altro passo. Non marginale.

Ha infatti presentato un memoriale nel quale, di suo pugno, scrive: “Mentre ero direttore dell’intelligence militare e del controspionaggio in Venezuela, ho ricevuto un gran numero di rapporti che indicavano che il finanziamento internazionale era in corso. Esempi specifici sono: Néstor Kirchner in Argentina; Evo Morales in Bolivia; Lula Da Silva in Brasile; Fernando Lugo in Paraguay; Ollanta Humala in Perù; Zelaya in Honduras: Gustavo Petro in Colombia, il Movimento Cinque Stelle in Italia e Podemos in Spagna. L’ex braccio destro di Chavez potrebbe essere presto estradato negli Usa e processato. Le sue dichiarazioni sono ancora tutte da verificare concretamente.

Leggi la notizia su Affari Italiani