Vaiolo delle scimmie, Speranza torna alla carica: “Valutiamo la quarantena e il vaccino per i sanitari”


(ANSA) – “In specifici contesti ambientali ed epidemiologici, sulla base delle valutazioni delle autorità sanitarie, potrebbe essere richiesta l’applicazione di misure quarantenarie“. Lo indica la nuova circolare del ministero della Salute di aggiornamento sui casi di Vaiolo delle scimmie.

I contatti asintomatici “non devono donare sangue, cellule, tessuti, organi, latte materno o sperma mentre sono sotto sorveglianza”. Lo indica la nuova circolare del ministero della Salute ‘Casi di vaiolo delle scimmie. Aggiornamento sulla situazione epidemiologica’. La circolare specifica che i contatti “devono essere monitorati almeno quotidianamente per l’insorgenza di segni/sintomi per un periodo di 21 giorni dall’ultimo contatto con un paziente o con i suoi materiali contaminati durante il periodo infettivo. I sintomi includono mal di testa, febbre, brividi, mal di gola, malessere, astenia, eruzione cutanea e linfoadenopatia”.

La vaccinazione post-esposizione contro il Vaiolo delle scimmie “idealmente entro quattro giorni dall’esposizione, può essere presa in considerazione per contatti a rischio più elevato come gli operatori sanitari, compreso il personale di laboratorio, previa attenta valutazione dei rischi e dei benefici”. Lo indica la nuova circolare del ministero della Salute ‘Casi di vaiolo delle scimmie. Aggiornamento sulla situazione epidemiologica e indicazioni per la segnalazione, il tracciamento dei contatti e la gestione dei casi’.

“Ho avuto notizia di un sesto caso di vaiolo da scimmie preso in carico dall’Istituto Spallanzani con un link di ritorno dalle Canarie”. Lo ha dichiarato Alessio D’Amato, Assessore alla Sanità della Regione Lazio. “Attualmente sono quattro i ricoverati tutti in buone condizioni cliniche – ha continuato D’Amato -. Uno è seguito a domicilio. L’altro è il caso toscano. Prosegue l’indagine epidemiologica. Nessun allarme, ma il sistema di sorveglianza infettivologica è in stato di massima attenzione”.

Continua a leggere su Ansa