Vaccino, lo studio choc israeliano: problemi cardiaci soprattutto tra i giovani dopo il vaccino Pfizer



Da Il Messaggero – Alcuni casi di miocardite, infiammazione del cuore, potrebbero essere legati al vaccino Pfizer. Lo ha resto noto il ministero della sanità israeliana, dopo aver rilevato alcuni casi in giovani uomini che hanno ricevuto il farmaco anti covid statunitense. La Pfizer, contattata dal quotidiano israeliano Haaretz, ha sottolineato di non aver osservato un tasso più alto della malattia di quanto normalmente si riscontra nella popolazione generale.

olpiti i giovani (16 – 30 anni)

I casi in Israele – ha detto il ministero – sono stati 275 tra il dicembre dello scorso anno e il maggio 2021 su oltre 5 milioni di vaccinati. La maggior parte dei pazienti – secondo lo studio effettuato dal ministero – non sono stati più di 4 giorni in ospedale e il 95% di questi casi sono stati definiti leggeri. Lo studio del ministero ha quindi rilevato che «c’è un probabile legame tra chi ha ricevuto la seconda dose di Pfizer e la miocardite nei giovani uomini tra i 16 e i 30 anni». La Pfizer – citata dal quotidiano – ha risposto di essere a conoscenza dello studio israeliano aggiungendo che non è stato stabilito un link causale tra vaccino e infiammazione

leggi la notizia su Il Messaggero