Un’altra notte di sbarchi a Lampedusa: più di 900 persone nell’hotspot. Al Viminale abbiamo una scafista





Da Sputnik News – Dalla tarda serata di martedì all’alba di oggi, sull’isola sono arrivate 191 persone con sette barchini. Gli sbarchi si sono susseguiti durante tutta la notte. Una nuova ondata di sbarchi ha portato, questa notte a Lampedusa, 191 persone, approdate sull’isola con sette barchini. Gli sbarchi si sono susseguiti dalle 22 di martedì sera fino alle prime luci dell’alba.

In totale sono 319 i migranti arrivati in poco più di 24 ore. Il primo sbarco è avvenuto intorno alle 22 al molo Favarolo, dove le motovedette della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto hanno portato 69 migranti, tra cui 33 donne e 12 minori, intercettati su un barchino a circa sei miglia dalla costa.

Poco dopo, la Guardia costiera ha intercettato, a tredici miglia da Lampedusa, un’imbarcazione con 40 migranti, tra cui due donne, mentre un pattugliatore delle Fiamme Gialle ha soccorso un altro scafo con 19 persone di nazionalità subsahariana, tra cui sei donne e due minori non accompagnati. Successivamente, sono state intercettate una barca con 26 tunisini, tra cui due donne e due minori, a dieci miglia dall’isola, e altri due scafi con a bordo rispettivamente cinque e venti persone, tra cui otto donne e quattro minori.

Dodici tunisini a bordo di una barca di cinque metri sono riusciti ad eludere i controlli ed approdare direttamente sul molo Madonnina, dove sono stati poi rintracciati dai finanzieri. Per tutti i migranti, dopo il primo triage, è stato disposto il trasferimento al centro di contrada Imbriacola, di nuovo al collasso. Il centro ospita adesso 920 persone, sebbene abbia una capienza di circa 200 posti. Adesso toccherà alla prefettura di Agrigento decidere se trasferire i migranti sulle navi quarantena o sulla terraferma, con traghetti di linea o mezzi militari.

Leggi la notizia su Sputnik News