Un criminale, un assassino, un clandestino? No, per Bergoglio a uccidere don Malgesini è stato un “bisognoso”


Città del Vaticano, 16 set. (askanews) – “Voglio ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, sacerdote della diocesi di Como che ieri mattina è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava, persona malata. Mi unisco al dolore e alla preghiera della sua famiglia e della comunità comasca e come ha detto il vescovo di quella diocesi, rendo lode a Dio per la testimonianza di martirio di un testimone della carità per i più poveri. Preghiamo in silenzio per tutti i preti, le suore, i religiosi, i laici che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società”. Il ricordo di don Roberto Malgesini è venuto oggi da Papa Francesco che ha voluto ricordare il suo estremo sacrificio al termine dell’udienza generale del mercoledì nel saluto ai pellegrini di lingua italiana.

Leggi la notizia su Askanews