Un altro scandalo sessuale in Vaticano: ragazzina di 17 anni drogata, abusata e fatta prostituire


Si faceva chiamare il “professore” e insegnava a una 17enne come prostituirsi online, con video hard. Stiamo parlando di Armando Cardarilli, 57 anni e dipendente del governatorato della Santa Sede, direzione Telecomunicazioni. L’uomo, esperto informatico, è stato sospeso dal lavoro e condannato a sei anni di carcere con le accuse di prostituzione minorile, cessione di stupefacenti e tentata violenza sessuale.

Come riporta il Corriere della Sera, il “professore” e la liceale si sono conosciuti sul web ad aprile 2019, quando hanno iniziato a chattare sul sito “Bacheca incontri”. Cardarilli a un certo punto ha convinto la ragazza a vedersi e da quel momento in poi i due hanno avuto rapporti frequenti, sempre a pagamento. L’uomo dava alle 17enne cento euro per ogni incontro. Il passo successivo è stato quello di fornire alla ragazzina la cocaina, soprattutto quando lei si fermava a dormire a casa sua dopo aver avuto un rapporto. Lui si preoccupava, poi, anche di accompagnarla a scuola la mattina successiva.

La svolta c’è stata quando l’imputato ha cercato di organizzare un’agenda di incontri alla studentessa, promettendole che sarebbe stata pagata almeno 300 euro a incontro. Ed è qui che Armando Cardarilli si è trasformato nel “professore”, quando ha iniziato a mostrarle video a luci rosse per trasformarla in una prostituta. Quando, però, la ragazza si è rifiutata e ha deciso di troncare con il 57enne, lui ha reagito male. Tant’è che ha imposto alla giovane un ultimo rapporto, dicendo che se lei si fosse sottratta avrebbe pubblicato online un loro video hot. All’inizio la 17enne ha avuto paura, anche perché Cardarilli aveva la casa piena di telecamere, poi però ha deciso di denunciarlo nonostante la paura che diffondesse davvero il video. Il 57enne è stato arrestato su richiesta del pm Antonio Verdi. 

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter