Udine, ivoriano pesta i poliziotti. Giudice lo scarcera subito: il giorno dopo pesta di nuovo gli agenti a calci e pugni


(RaiNews) – Un cittadino della Costa d’Avorio, 31 anni, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, è stato arrestato due volte in due giorni dalla Polizia a Udine per resistenza. Il primo arresto è stato eseguito domenica mattina (12 settembre) quando una Volante è intervenuta nei pressi della stazione ferroviaria su richiesta di un residente, che aveva sorpreso un uomo dormire all’interno del proprio fuoristrada, regolarmente parcheggiato.

Gli agenti, sulla base della descrizione fornita dal proprietario dell’auto, hanno rintracciato in una via limitrofa l’uomo, già conosciuto, che alla loro vista ha dato in escandescenza, tentando più volte di colpirli con schiaffi e calci. Condotto in Questura è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Rimesso in libertà dopo la convalida, ieri nei suoi confronti è stato emanato un nuovo decreto di espulsione.

Durante una visita medica, prima di essere accompagnato al CPR di Gradisca d’Isonzo per il rimpatrio, l’uomo ha però dato di nuovo in escandescenze: ha cercato di sfondare una finestra e di sfilare il ferretto della mascherina chirurgica per autolesionarsi. L’uomo ha quindi colpito con calci e pugni due poliziotti che lo hanno bloccato e nuovamente arrestato per resistenza e lesioni.

Leggi la notizia su RaiNews