Tutto come previsto, i 549 clandestini sulla Ocean Viking sbarcheranno in Italia: Lamorgese complice degli scafisti


Tutto come abbondantemente previsto. È stato assegnato il porto di sbarco all’Ocean Viking., la nave ong che aveva soccorso in mare 549 migranti in sei operazioni nel Mediterraneo centrale. Ma quale? Naturalmente è un approdo italiano, quello di Pozzallo.

Sulla nave oltre cinquecento migranti e tra di loro anche un neonato di 3 mesi. Ieri era stata disposta l’ennesima evacuazione medica urgente per un naufrago a bordo della nave. Nei giorni scorsi era toccato a due donne, di cui una incinta e un bimbo, tutti di nazionalità nigeriana, condotti dalla motovedetta della Capitaneria di porto a Lampedusa.

A bordo della nave le condizioni dei naufraghi restano critiche. “Il nostro medico osserva sempre più segni di disagio psicologico. Ieri una persona è svenuta per sfinimento”, fanno sapere da Sos Mediterranee, spiegando che anche alcuni farmaci stanno finendo.

Intanto a Lampedusa si sono succeduti due mini sbarchi di 4 e 14 persone Palermo, 7 ago.  Proseguono, coordinate dalla Prefettura di Agrigento, le operazioni di svuotamento dell’hotspot di Lampedusa, dove, a fronte di una capienza di 250 posti, si trovano attualmente circa 500 persone. Ieri sera 80 migranti sono stati trasferiti con il traghetto di linea diretto a Porto Empedocle, stamani, invece, è previsto l’imbarco di 130 migranti su un pattugliatore della Capitaneria di porto. Intanto, sulla più grande delle Pelagie dopo una tregua dovuta al mare mosso si registrano due piccoli approdi: quattro migranti sono stati intercettati dalla Guardia di finanza, 14 dalla Capitaneria di porto.  Una via vai destinato a intensificarsi durante il corso dell’estate.

Leggi la notizia su Il Tempo