Travaglio attacca il governo sull’obbligo vaccinale: “Volete inseguire i No Vax con mitra e siringa?” (Video)


Di Monica Pucci – “Non credo ci siano ostacoli giuridici, ma è un problema di buon senso. Le misure coercitive irrigidiscono i no vax, e li compattano sulla parte più estrema. Penso sia più opportuno fare una campagna di persuasione, invece di bombardare la gente con insulti e minacce, che non hanno fatto altro che creare divisione”, dice Marco Travaglio a Otto e mezzo, da Lilli Gruber. “Come pensano di obbligare le persone, vogliono rincorrerle con il mitra o con le siringhe?”, ironizza il direttore del Fatto Quotidiano.

Travaglio, da No Vax ai No Sallusti

La discussione si sposta poi sulla politica, con il duello tra Travaglio e  Alessandro Sallusti  sui dossier politici. “Che la politica e la giustizia usino l’informazione come arma impropria è un problema di tutti – ricorda il direttore di Libero -. Per esempio il Fatto quotidiano pubblicò una presunta intercettazione in cui Silvio Berlusconi dava della culona alla Merkel e quella intercettazione ha creato un caso diplomatico che agevolò la caduta di Berlusconi.

Quella intercettazione non è mai esistita. Io non so se Travaglio l’ha fatto per aiutare qualcuno o per odio verso Berlusconi, sta di fatto che informazioni non verificate diventano arma politica”. E Travaglio sfodera articoli nei quali lo stesso Sallusti utilizzava quella brutta definizione contro la cancelliera tedesca.

Leggi la notizia su Il Secolo d’Italia