Terrorismo islamico, pugno durissimo dell’India: uccisi 350 jihadisti guerriglieri in un colpo solo




Sono 350 i militanti rimasti uccisi dal raid aereo indiano su Balakot, nel Kashmir pakistano. I “guerrieri di Maometto” sarebbero stati sorpresi nel sonno dall’attacco delle forze militari indiane, in un episodio che riaccende la tensione tra i due Paesi. Le vittime fanno tutte parte del gruppo ritenuto responsabile dell’attentato contro i militari indiani messo a segno a Pulwama il 14 febbraio.

Leggi la notizia su Tgcom24

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter