“Tassa della morte”, vergogna PD a Brescia: il Comune pretende 142 euro per il trasporto delle bare




Una notizia che ha quasi dell’incredibile: a Brescia i familiari devono pagare per trasportare i propri cari defunti. A denunciarlo è la Lega. “Mentre i sindaci della Lega distribuiscono mascherine e stoppano le imposte comunali – scrive in una nota Matteo Salvini -,  il Comune di Brescia conferma una ‘tassa sulla morte’, pretendendo 142 euro per il trasporto delle bare. Caro Sindaco, sarebbe meglio lavorare tutti insieme per aiutare le famiglie bresciane. La Lega propone inoltre di usare i dividendi di A2A (circa 60 milioni) per abbattere il costo delle bollette del 50%. Per una volta, non ce lo chiede l’Europa ma lo chiede Brescia”.

L’appello a Emilio Del Bono. primo cittadino del Pd, arriva in piena emergenza coronavirus. Una richiesta, quella della Lega, che va di pari passo con l’obiettivo fino ad ora dichiarato dal governo: agevolare gli italiani in difficoltà. Eppure la “tassa sulla morte” fa pensare a tutto tranne che a un aiuto.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter