Taglio ai vitalizi, il “dramma” di Cicciolina: “Non ho più soldi. Sono costretta a vendere la mia biancheria intima”


 – Ho speso i miei risparmi, ora vendo tutto”. Sono tempi difficili per Ilona Staller, in arte Cicciolina. L’ex pornostar, infatti, si è raccontata in un’intervista a tutto tondo a Vanity Fair. La chiacchierata con la rivista è stata occasione per sfogarsi e raccontare il dramma: l’ex parlamentare Radicale, in seguito alla decisione dell’autorità giudiziaria di pignorarle il vitalizio per le spese condominiali non saldate, ora vive un brutto, bruttissimo momento economico.

Una crisi di liquidi che l’ha portata alla drastica decisione di vendere i suoi beni e i suoi cimeli“Vendo l’abito verde, con la bandiera italiana, con cui sono entrata in Parlamento: dal mio punto di vista, all’asta, può valere un milione di euro…”, le sue parole a Vanity Fair, che pubblica l’intervista nel numero in edicola domani (mercoledì 10 aprile, ndr).

in vendita c’è anche un attico di 250 metri quadri a Roma, sulla Cassia, un pianoforte bianco a mezza coda e la biancheria intima usata e una parte delle diapositive originali e inedite di Made in Heaven, immagini allegoriche e soft-porno in cui Jeff Koons si ritrasse con lei nel 1990.

Infine, Ilona Staller parla anche delle questioni di cuore e di letto: non è innamorata da anni – il marito Riccardo Schicchi se ne andò nel 2012 – e non fa l’amore da altrettanto (tanto) tempo: “Il sesso lo faccio a casa, con me stessa, con le mani e qualche oggettino. Con gli uomini no: spesso neppure ci provano, pensano che chissà quali esigenze io abbia, e invece sono una donna come tutte. Non voglio uno che assaggia la Cicciolina e poi scompare. Voglio una persona seria, qualcuno che mi voglia bene”.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter