Svezia, da paradiso di democrazia a inferno di stupri: circa 20 casi al giorno. Ma guai a dire che è stato…





di Antonio Pannullo – La Svezia è diventato un Paese fuori controllo. Stupri spesso impuniti, attentati, regolamenti di conti. E c’è anche una velina governativa che proibisce di parlare di questo. Lo dicono moltissime testimonianze. Soprattutto per quanto riguarda gli stupri, guai a denunciare. O a dire che sono stati gli immigrati. La politica delle porte aperte inaugurata dalle sinistra, sta producendo i suoi effetti. Tutti gli immigrati, quasi tutti musulmani, non si vogliono adeguare alle usanze e alla civiltà nordica. E i risultati sono quello che sono.

Si sarebbe potuto prevedere. Ma ciò che non si poteva prevedere è che le autorità avrebbero nascosto i crimini degli islamici. In nome dell’accoglienza? O del politicamente corretto? Il premier socialista Stefan Lofven è sotto attacco da parte dell’opposizione di centrodestra. I soscialisti hanno fatto su ordine pubblico e immigrazione.E la Svezia è al collasso. Le donne non si sentono più sicure a girare per strada.

Solo l’anno scorso ci sono stati oltre 200 conflitti a fuoco. Oltre 40 i morti.

Svezia, è allarme per la libertà delle donne

E secondo fonti ufficiali, il numero degli abusi sessuali è addirittura triplicato. Oltre la metà dei disoccupati non sono svedesi, i molti studenti parlano lo svedese a malapena.

La destra chiede di cambiare i motodi di concessione dei permessi di soggiorno e dell’accoglienza. A tutti questi problemi irrisolti si aggiunge il rischio terrorismo islamico. Le autorità svedesi dicono che il terrorismo è un rischio reale anche nei piccoli comuni. Tornando agli stupri, a Uppsala, l’80 per cento delledonne si dichiara non sicura. In quattro giorni ci sono stati quattro stupri nellacittà universitaria svedese. Festival culturali, concerti, sono gli scenari dove agiscono gli stupratori. La deputata conservatrice Josefin Malmqvist ha scitto al premier: “Fermate gli stupri. State deludendo le donne”. E ha reso noto che nel 2018 ci sono stati 20 stupri al giorno. Quest’anno, finora, gli stupri sono in ulteriore aumento. Negli ultimi anni, ed è la cosa più grave, solo 5 casi su cento sono stati risolti. Ossia, quelli in cui c’è stata una condanna.

leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter