Super Green Pass, è iniziata la follia: multa di 400 euro a un 50enne sull’autobus senza il lasciapassare verde


Da Today – Primo multato a Roma durante i controlli del Green pass per i passeggeri di bus e metro. A sanzionare l’uomo gli agenti della polizia locale alla fermata dei bus di piazzale Flaminio.

L’uomo era appena sceso dall’autobus quando gli agenti gli hanno chiesto di esibire il certificato verde. “Non ce l’ho perché volevo vaccinarmi nei prossimi giorni” si è giustificato il 50enne romeno. Per lui è scattata una sanzione di 400 euro. Da oggi infatti i controlli sul nuovo meccanismo delle certificazioni verdi Covid-19 saranno rafforzati e vi parteciperanno tutte le forze di polizia.

Previste multe da 400 a 1.000 euro per chi infrange le regole e per i gestori dei locali che non controlleranno la conformità del certificato verde (alla terza sanzione scatta la chiusura del locale per dieci giorni). Al lavoro resteranno attive le multe già previste: sospensione per 5 giorni a chi viene trovato sprovvisto di certificazione verde e sanzioni da 600 a 1.500 euro; sanzione da 400 a 1.000 euro per il datore di lavoro che non effettua i controlli.

Quando arriva il green pass

Il green pass – vale la pena ricordarlo – da oggi è diventato obbligatorio anche per chi si muove su bus, metro e tram. A Catania una studentessa arrivata dalla provincia non è stata fatta salire sull’autobus perché nonostante avesse già ricevuto la prima dose di vaccino, non era ancora in possesso del ‘certificato verde’. La Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione viene generata automaticamente dalla Piattaforma nazionale DGC dopo 12 giorni dalla somministrazione della prima dose ed è valida dal 15° giorno dal vaccino fino alla data della seconda dose. Ogni Certificazione verde COVID-19 per le dosi successive alla prima, verrà rilasciata entro 48 ore dalla somministrazione e, a partire dal 15 dicembre 2021, sarà valida per 9 mesi.

Leggi la notizia su Today