Stupro di gruppo nella villa di Beppe Grillo: indagato il figlio 19enne del comico e altri 3 amici





“Violenza sessuale di gruppo”. Ciro Grillo, figlio 19enne di Beppe Grillo, è indagato insieme a tre amici per un rapporto denunciato come “non consenziente” da una ragazza svedese, modella 20enne. Il fattaccio, spiega la Stampa, sarebbe accaduto lo scorso 16 luglio nella villa sarda del comico e fondatore del Movimento 5 Stelle, a Porto Cervo, dopo una notte insieme in discoteca.  Grillo Junior e tre amici genovesi sono stati interrogati per ore dal magistrato Laura Bassani, pubblico ministero della Procura di Tempio Pausania.

Nel giorni scorsi i carabinieri li hanno perquisiti, sequestrando i cellulari alla ricerca di messaggi e video che potessero confermare la versione della ragazza. Da un filmato, recuperato in uno dei cellulari, “emergerebbero una ripresa integrale del rapporto sessuale”, che per la 20enne svedese testimonierebbe la violenza ma che per gli avvocati difensori al contrario sarebbe la prova del rapporto consenziente. Altre carte in mano alla difesa: “Il ritardo della denuncia, presentata dalla modella al suo ritorno a Milano, una decina di giorni dopo i fatti; la continuazione della vacanza per un’altra settimana e la pubblicazione di foto del viaggio sui social network, anche dopo che si sarebbe consumata la presunta violenza sessuale”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter