Sputa in faccia alle donne per “manifestare la sua superiorità”. Poi i calci e agli agenti: arrestato marocchino


Da CronacaQui – Ha dell’incredibile quanto successo lunedì pomeriggio sotto i portici di via Roma, fra piazza Carlo Felice e piazza San Carlo, a Torino. Un marocchino di 42 anni sputava contro le donne che incrociava lungo il suo cammino per “manifestare la sua superiorità”.

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA

Diverse le segnalazioni giunte al 112: la polizia è quindi intervenuta con una volante dell’ufficio prevenzione generale che ha individuato l’uomo davanti ad un bar di piazza San Carlo. Sottoposto a controllo, lo straniero, privo di documenti, si è rifiutato di fornire le proprie generalità per poi spiegare che, al passaggio di una donna, era solito sputare per una millantata superiorità.

IL TENTATIVO DI CORRUZIONE

Quando ha capito che i poliziotti avrebbero proceduto nei suoi confronti, ha tentato di corromperli. Ha preso dalle tasche 10 euro offrendoli a un agente affinché lo lasciasse andare via.

L’AGGRESSIONE

Al rifiuto del poliziotto ha tentato addirittura di infilargli la banconota nella giacca della divisa. A quel punto, il marocchino, con numerosi precedenti di polizia, ha sputato anche sugli agenti, insultandoli e cercando di colpirli con dei calci alle gambe. Lo straniero ha continuato la resistenza anche negli uffici della Questura, dove è stato arrestato, oltre che per l’istigazione alla corruzione, anche per la resistenza opposta.

Leggi la notizia su CronacaQui

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter