Sfondarono la testa a un’anziana e la uccisero durante una rapina in casa: sconto di pena per 3 rom


Da Il Secolo D’Italia – Condanne da 24 anni a 8 anni e 10 mesi per i cinque rom che un anno fa, a Roma, fecero una rapina in un’abitazione residenziale nel quartiere Montesacro in cui rimase uccisa l’anziana donna che ci abitava, Anna Tomasino. La vittima, di 89 anni, scoprì in casa due ladri della banda. Per questo la picchiarono con violenti colpi alla testa. L’anziana morì il giorno dopo in ospedale.

I rom condannati per omicidio e rapina aggravata

Oggi la Terza Corte d’Assise di Roma, presieduta da Paola Roja, ha sostanzialmente accolto le richieste del pm Edmondo De Gregorio. Sono state quindi arrivate condanne per omicidio e rapina aggravata a 24 anni Miki Trajcovic e a 16 anni Darko Costic. Quest’ultimo, alcuni giorni dopo la morte dell’anziana donna, si consegnò ai carabinieri facendo i nomi degli altri membri della banda. Tutti abitavano al campo nomadi di via Salviati.

Per due complici scatta lo sconto di pena

Gli altri 3 rom, che durante la rapina fecero da palo aspettando in auto, hanno ricevuto condanne a 8 anni e 10 mesi, con uno sconto di pena per il rito abbreviato. A condurre le indagini, che portarono in poco tempo al fermo di tutta la banda, furono Carabinieri e Polizia di Stato: due rom furono presi mentre cercavano di far perdere le loro tracce, uno a Torino e l’altro a Ventimiglia

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia