Sbarchi fuori controllo, Matteo Salvini promette: “Quando torneremo al governo sigilleremo i porti”


Matteo Salvini rincara la dose. I continui sbarchi stanno minando la sicurezza del Paese e il leader della Lega lo sa bene. “Noi ci salutiamo col gomito, andiamo in giro con le mascherine e stiamo attenti alle misure di sicurezza anti Covid, poi a Lampedusa sbarcano un sacco di balordi e i geni li spargono nelle regioni italiane – tuona in conferenza con il candidato sindaco Lega Tiziano Genovesi a L’Aquila -. Siamo un Paese strano, teniamo in stato di emergenza gli italiani e facciamo sbarcare migliaia di persone che scappano da una guerra molto particolare, sbarcano con barboncini al guinzaglio, cappelli di paglia e telefonini ultimo modello. Appena ci rimandate al governo torneremo a sigillare i porti come abbiamo sempre fatto” ha poi promesso.

Per l’ex ministro, che lo scorso anno aveva più che dimezzato gli sbarchi e i morti in mare, “i sindaci sono fondamentali, sono la spina dorsale di questo Paese”. Anche i sindaci siciliani che si sono presentati uniti da Luciana Lamorgese per fermare gli inarrestabili arrivi, spesso già positivi al coronavirus.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter