Sbarchi a raffica e bomba Covid, partono le denunce contro Lamorgeese: “Tutti gli italiani potrebbero denunciarla”


Sbarchi senza sosta, sulla spiaggia e in mezzo ai turisti come testimoniato dal video qui di seguito (disponibile a questo link) postato dal leghista Attilio Lucia. E una situazione sull’isola insostenibile dal punto di vista sanitario e della sicurezza. Una bomba a orologeria pronta a esplodere, tanto che scattano le denunce nei confronti della ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese.

“A Lampedusa continua l’invasione nel silenzio del Governo e della sinistra. Con il bel tempo sono ripresi gli approdi e sarà così anche nei prossimi giorni. Una marea di migranti. Ogni dieci minuti uno sbarco con le forze dell’ordine impegnate h24 con turni estenuanti.

E così mentre si obbligano gli italiani a vaccinarsi e ad avere il green pass, sull’Isola arrivano centinaia e centinaia di persone dall’Africa in piena pandemia”, dichiara Lucia, commissario cittadino della Lega a Lampedusa, che si dice pronto a denunciare il titolare del Viminale per una situazione ormai fuori controllo con sbarchi quotidiani destinati a intensificarsi per tutta l’estate.

“A Lampedusa continua l’invasione nel silenzio del Governo e della sinistra. Con il bel tempo sono ripresi gli approdi e sarà così anche nei prossimi giorni. Una marea di migranti. Ogni dieci minuti uno sbarco con le forze dell’ordine impegnate h24 con turni estenuanti. E così mentre si obbligano gli italiani a vaccinarsi e ad avere il green pass, sull’Isola arrivano centinaia e centinaia di persone dall’Africa in piena pandemia”, dichiara Lucia, commissario cittadino della Lega a Lampedusa, che si dice pronto a denunciare il titolare del Viminale per una situazione ormai fuori controllo con sbarchi quotidiani destinati a intensificarsi per tutta l’estate.

Tutti gli italiani dovrebbero denunciare la Lamorgese, continua il leghista, “perché l’isola per i migranti è solo un passaggio, da qui raggiungono la Sicilia e l’Italia”, dice all’Adnkronos

Negli ultimi giorni sono ripresi gli approdi. Molti “barchini” stipati di migranti tunisini ma non solo. La situazione sanitaria è da far tremare le vene ai polsi. “Nell’hotspot ci sono al momento 1.300 persone a fronte di una capienza di 250 posti e nelle prossime ore continueranno ad arrivare. Ammassati, senza distanziamento e mascherine, in condizioni igieniche precarie. Nei giorni scorsi all’interno della struttura c’erano circa 40 positivi”, rivela Lucia che insieme alle europarlamentari della Lega, Susanna Ceccardi, Annalisa Tardino e Francesca Donato, è entrato nel centro di contrada Imbriacola.

La situazione che destrive è horror. “Un unico bagno in condizioni indecenti, sporco ovunque, materassini buttati a terra tra i rifiuti e, in alcune aree, fili elettrici che penzolavano dal soffitto. Ho provato una profonda vergogna. È questa l’accoglienza di cui parla la sinistra? La verità è che i primi razzisti sono loro, i finti buonisti complici di questo traffico di esseri umani che semina morte nel Mediterraneo”.

Su Facebook Lucia ha postato le immagini di uno degli ultimi sbarchi a Lampedusa, un barchino carico di africani, poco distante un locale sulla spiaggia. “Lì dal 6 agosto si potrà entrare solo col green pass, loro possono arrivare indisturbati” è il paradosso sottolineato dal leghista lampedusano.

Leggi la notizia su Il Tempo