Sassari, sommossa dei clandestini positivi al Covid contro la quarantena: lancio di oggetti, olio e vernice per strada


Foto di repertorio

Disordini a Sassari, presso il centro d’accoglienza nell’hotel Pagi a Predda Niedda, dove dei migranti in isolamento da Covid si sono ribellati. I 72 ospitati nella struttura, di cui 60 sono risultati positivi al Covid-19, hanno protestato contro l’isolamento, e chiedono che gli venga fatto al più presto un secondo tampone. Hanno lanciato per strada oggetti, olio, vernice.

Sul posto è intervenuta la polizia in tenuta antisommossa per ristabilire l’ordine. Il clima è ancora teso e gli agenti sono ancora nel centro per tenere sotto controllo la rivolta.

Leggi la notizia su SardegnaLive