Sassari, bimbo di 18 mesi in gravissime condizioni per overdose da eroina: indagati i genitori nigeriani





Da Libero Quotidiano – Avrebbe ingerito dell’eroina dopo averla trovata su un tavolo di casa: è quanto accaduto a un bimbo di appena 18 mesi, che adesso si trova ricoverato in gravi condizioni ed è in prognosi riservata a causa di una sospetta overdose di eroina. Le indagini sono ovviamente ancora circondate dal riserbo, dato che si tratta di una questione molto delicata.

I genitori sono due extracomunitari originari della Nigeria ma domiciliati a Sassari: soltanto oggi è emerso qualche dettaglio, ma in realtà i fatti risalirebbero a giovedì 30 settembre. A svelarlo è la Nuova Sardegna, che dà conto del massimo riserbo sia da parte dell’ospedale in cui è ricoverato il piccolo che da parte degli investigatori della squadra mobile della polizia di Stato.

Il bimbo di un anno e mezzo avrebbe quindi trovato la droga su un tavolino di casa e l’avrebbe ingerita: sono stati i genitori a dare l’allarme quando si sono resi conto che loro figlio stava male.

A quel punto è partita la chiamata al 118: il piccolo è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso, dove i medici hanno poi avvertito la questura. I genitori erano già noti per fatti di droga, gli investigatori hanno perquisito la loro abitazione ma non sarebbe stata trovata alcuna sostanza: ciò non toglie che potrebbero essere assunti provvedimenti contro di loro una volta concluse le indagini.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano