Salvini zittisce il “terrorista finanziario” Soros: “Un onore essere attaccato da uno speculatore nemico dell’Italia”


Da Il Tempo – “Essere attaccato dal signor Soros, speculatore senza scrupoli e nemico dell’Italia, sostenitore dell’immigrazione clandestina e finanziatore di Ong di ultrasinistra, è per me un onore e una medaglia!”. Matteo Salvini risponde per le rime a George Soros su Facebook, postando in grafica un virgolettato dello stesso Soros al De Telegraaf (“Sono particolarmente preoccupato per l’Italia perché il consenso a Salvini sta riprendendo slancio”).

Oltre 1.500 commenti arrivano sulla bacheca del leader della Lega in meno di un’ora. I lettori di Salvini si dividono in due fazioni, chi si limita a dare ragione a l leader – “vai avanti”, “se ti attaccano vuol dire che hai ragione” – e chi invece non risparmia insulti e accuse al finanziere ungherese. Che sono in maggioranza. “In un mondo normale questo personaggio starebbe in galera!”, dice Marco. Per Frida “chi ha a che fare con lui gli è pari in meschinità e ipocrisia, insomma il Pd ne sa qualcosa, sono votati al dio denaro”.

Soros vede in Salvini una minaccia soprattutto per le sue posizioni critiche nei confronti dell’Unione europea. Il finanziere infatti è preoccupato perché “il leader della Lega, sta lavorando perché il Paese esca dall’euro e dalla Ue. Fortunatamente – continua Soros – la sua popolarità personale è diminuita da quando ha lasciato il governo, ma il sostegno alle sue posizioni sta guadagnando slancio.

Cosa sarebbe l’Europa senza l’Italia? L’Italia è stata il Paese più europeista. Gli italiani avevano più fiducia nell’Europa che nei loro stessi governi, per ottimi motivi, ma sono stati maltrattati durante l’emergenza profughi del 2015”.

Leggi la notizia su Il Tempo

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter