Roma, nigeriano armato di coltello semina il panico. E a Vercelli un altro nigeriano con l’ascia distrugge le panchine





(SkyTg24) – Un uomo di 36 anni è stato arrestato dopo che nei pressi della stazione Termini, a Roma,  mentre si trovava sotto le pensilina del tram, ha dato in escandescenze brandendo un coltello. Sul posto sono giunti gli agenti di polizia che hanno inseguito l’uomo, di origini nigeriane, il quale ha reagito minacciandoli con il coltello. I poliziotti, giunti in piazza dei Cinquecento, sono riusciti a bloccarlo e a disarmarlo, il 36enne è stato arrestato per minacce aggravate, resistenza e porto abusivo di armi.

Fatto analogo anche a Vercelli, protagonista sempre un nigeriano impazzito

Si aggirava nei dintorni della stazione ferroviaria di Santhià (Vercelli) brandendo un’ascia e danneggiando panchine e muri: per questo un ragazzo di 25 anni è stato arrestato dai carabinieri. L’accusa per il giovane, di origine nigeriana, è di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

La vicenda

All’arrivo delle pattuglie il giovane ha lanciato a terra l’arma in segno di resa, poi però l’ha riafferrata e ne è nata una colluttazione con i militari, in cui un carabiniere è rimasto ferito a un dito della mano. Una volta fermato, il 25enne è stato portato in carcere a Vercelli, mentre il carabiniere ferito è stato soccorso all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli.

Leggi la notizia su SkyTg24