Roberto Speranza fuori controllo: mette il “bavaglio” ai bambini senza alcuna evidenza scientifica





Da Il Tempo – Roberto Speranza e la decisione di far indossare le mascherine a scuola a tutti i bambini e i ragazzi minorenni non ha basi scientifiche. A dirlo è lo stesso ministero della Salute, con un documento firmato dal direttore generale Giovanni Rezza, che rispondeva al quesito avente come oggetto “Riscontro istanze di accesso civico generalizzato rapporto rischi/benefici obbligo delle mascherine in classe per i minori”.

Rezza nel documento molto sintetico scrive: “Richiesta documentazione che attesti studi e rischi/benefici utilizzo giornaliero imposto sui minori dai 6 anni di età. Al riguardo questa Amministrazione non è in possesso della documentazione richiesta”. A tirare fuori la storia è stato Mario Giordano, che ha ricevuto gli applausi di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia che si è espressa così sul caso Covid:


“Incredibile! Grazie a un’esclusiva di Fuori dal Coro, è stato scoperto che il Ministero della Salute non è in possesso del rapporto rischi/benefici sull’obbligo delle mascherine a scuola per i minori. Secondo quale principio, quindi, Speranza continua imperterrito con queste decisioni restrittive anche per i nostri figli? Criteri scientifici o decisioni politiche?”.

Leggi la notizia su Il Tempo