Razzismo a New York, Cuomo chiede ai negozi di non far entrare i non vaccinati. Per neri ed ispanici sono guai





– Anche se ormai il tasso di vaccinazione è già altissimo la variante delta ha dato l’occasione al governatore Andrew Cuomo, Dem, di nascondere un po’ di polvere sotto il tappeto facendo ancor più pressione sulle persone per farle vaccinare. A tal fine ha chiesto a tute le attività commerciali dello stato di New York di aprire  “solo vaccinazione”.

“Le imprese private … sto chiedendo loro e suggerendo loro … di dare solo all’ammissione alle attività ai vaccinati”, ha detto il governatore Cuomo. “Credo che sia nel loro interesse commerciale gestire una struttura dedicata esclusivamente ai vaccinati”.


In un altro calcolo ovviamente politico, Cuomo ha rilasciato la dichiarazione ore dopo che la stampa locale ha riferito che il sindaco Bill de Blasio è riluttante a imporre un  altro ordine per le maschere obbligatorie nella città  di New York.

Chiaramente, Cuomo – che è riuscito a sopravvivere a due scandali, fra cui quello di aver detto il falso sul numero di morti nelle case di cura dello Stato di New York ed aver  molestato sessualmente molte assistenti – vede nella variante delta l’opportunità di rilanciare la sua carriera politica.

Cuomo, Dem e vicino alle ali estremiste BLM e ed assimilati, però non ha considerato che gli abitanti del suo stato esclusi dalle vaccinazioni sarebbero in massima parte proprio neri o ispanici, come potete vedere dalla successiva immagine:

Quindi tutta la rivoluzione pro vaccini e “Woke” dei Dem. di New York, i più massimalisti con i californiani, rischia di tramutarsi in un colossale boomerang: proprio i membri delle minoranze, se i titolari di attività seguono Cuomo, non potranno più andare a fare la spesa.

Leggi la notizia su Scenari Economici