Ravenna, tunisino di 15 anni pregiudicato aggredisce e violenta una donna di 46 anni: torna subito libero




 – Ha approfittato del fatto che le strade di Ravenna fossero vuote, viste le limitazioni imposte dal governo per quanto riguarda la circolazione dei cittadini nel tentativo di limitare i contagi da Coronavirus, per mettere in atto il suo piano ed aggredire la vittima che aveva seguito a breve distanza. Dopo esserle saltato addosso, l’ha spogliata e poi toccata nelle parti intime, rinunciando ai suoi propositi e venendo allontanato solo grazie alla pronta reazione della donna. Una fuga risultata comunque del tutto inutile, dato che le videocamere di sorveglianza presenti in zona hanno consentito agli inquirenti di identificare rapidamente il responsabile.

Come riferito dalla stampa locale, si tratta di un tunisino di soli 15 anni, pluripregiudicato nonostante la giovanissima età e ben noto da tempo alle forze dell’ordine di Ravenna per questioni di droga.

I fatti si sono verificati qualche giorno fa, quando la vittima, una donna di 46 anni, stava facendo ritorno a casa dopo aver concluso il proprio turno di lavoro. Una volta posteggiata la propria vettura nell’area di parcheggio di piazzale Torre Umbratica, la 46enne ha raggiunto a piedi la Circonvallazione San Gaetanino. È qui che il nordafricano, in sella ad una bicicletta, l’ha vista passare, seguendola a breve distanza prima di entrare in azione.

Una volta individuata la sua preda, il 15enne magrebino è scattato verso di lei ed ha abbandonato a terra il mezzo a due ruote, cogliendola di sorpresa alle spalle.

La vittima è stata spogliata dei leggins che indossava e quindi palpeggiata dallo straniero, che ha potuto agire indisturbato visto che tutto attorno non c’era nessuno che potesse intervenire a causa delle limitazioni anti Covid-19. Nonostante lo choc iniziale, la donna è riuscita a reagire con grande prontezza, cosa che ha convinto l’aggressore minorenne ad abbandonare il luogo ed a darsela a gambe, nella speranza di far perdere le proprie tracce prima del probabile arrivo delle forze dell’ordine.

Sul posto sono giunti gli uomini della polizia locale di Ravenna e quelli della polizia di Stato, che si sono occupati di raccogliere la deposizione della 46enne e di dare avvio alle indagini per risalire al responsabile. Dopo aver visionato le immagini riprese da alcune videocamere di sorveglianza installate in zona, gli inquirenti sono riusciti ad ottenere le foto del colpevole, trasmesse alle volanti in servizio in tutta l’area cittadina. Grazie a ciò, una pattuglia della squadra volanti ha riconosciuto e tratto in arresto il 15enne in via Fiume: addosso aveva della marijuana ed una bomboletta di spray utricante. Denunciato per violenza sessuale, violazione delle norme anti Coronavirus e detenzione di sostanze stupefacenti, lo straniero ha ricevuto una segnalazione alla procura dei minori.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter