Raffica di sospensioni per i sanitari non vaccinati in Liguria: ma adesso scoprono che manca il personale


Di Ilaria Paoletti – Genova, 6 ago – Sono 56 le sospensioni partite per i sanitari non vaccinati in Liguria: altre, ancora potrebbero essere emesse oggi, raggiungendo il centinaio.

Tutto questo sebbene il Policlinico San Martino sia già a corto di personale e stia lanciando un bando d’emergenza per assumere a tempo determinato 50 infermieri.

Liguria, tutti i sanitari non vaccinati sono sospesi

Ovviamente il problema della mancanza di personale sanitario perché non vaccinato non affligge solo il San Martino ma tutte le Asl liguri. Secondo quanto riporta stamattina Il Secolo XIX, le sospensioni continueranno ad arrivare e si stima che arriveranno a raggiunere il centinaio. Solo nella scorsa settimana, 10 sanitari erano stati sospesi nell’area di competenza della Asl 3, 9 all’ospedale San Martino e uno al Galiera, un tecnico di laboratorio.

E adesso manca il personale

E se tutti dovessero venire sospesi sarebbe un catastrofer poiché in tutta la Liguria sono più di 500 gli operatori sanitari che non sono vaccinati e che, non solo, non avrebbero manifestato l’intenzione di corere ai ripari. Il direttore amministrativo del San Martino, Salvatore Giuffrida, aveva già dichiarato a Genova24 che ci sarebbero stati grandi problemi a sostituire i sanitari non vaccinati e, all’epoca, si parlava anche di cifre inferiori.

Insomma, per un obbligo vaccinale che obbligo non è, si rischia di piegare l’intera sanità di una Regione: la mancanza di sanitari è effettivamente un pericolo mentre il Covid lo è in ipotesi. E come sempre, a ripagarci, sono i pazienti.

Ilaria Paoletti

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale