Raffica di morti improvvise: Vittorio Mollo 30 anni, Tony Boemio 41 anni e Cataldo Romeo responsabile Hub vaccinale





Cuneo, lutto a Sommariva Perno, è morto il 30enne Vittorio Mollo

Lutto e dolore atroce a Sommariva Perno, in provincia di Cuneo, dove è morto il 30enne Vittorio Mollo e dove la scomparsa del giovane sposo ha pietrificato la comunità della cittadina del Piemonte. Mollo era nato a Bra ed è morto mercoledì 19 gennaio. Morto il 30enne Vittorio Mollo, il suo sindaco lo ricorda con parola toccanti.


Primo fra tutti a restare incredulo e sgomento il sindaco Walter Cornero che ha voluto ricordare Vittorio con parole toccanti che vanno ben oltre la partecipazione di prammatica al dolore altrui. Ha scritto Cornero: “È un evento assurdo e dolorosissimo per tutto il paese”. (Notizie.it)

Marano, Tony Boemio è morto per un infarto a 41 anni, amici straziati

Lutto a Marano, in provincia di Napoli, dove Tony Boemio, ascoltatore storico ed interattivo di Radio Kiss Kiss, è morto per un infarto a 41 anni e dove la sua famiglia, i suoi amici  e quanto ne avevano apprezzato le qualità umane ed istrioniche sono rimasti straziati.

Era il beniamino di Radio Kiss Kiss: Tony Boemio è morto per un infarto

I media locali spiegano che Tony è stato portato via da un infarto fulminante e che il giovane personaggio legato al mondo della radio lascia la moglie Anna e i figli. La sua morte non è stata solo un fatto luttuoso, ma l’interruzione di un’empatia che traspare da qualche sui social di Tony hanno scritto gli amici. (Notizie.it)

Cosenza, morto il responsabile dell’hub vaccinale Brillia: il dottore Romeo si è spento improvvisamente

CORIGLIANO-ROSSANO – È morto improvvisamente mentre era in macchina, nel tardo pomeriggio di oggi, il dottore Cataldo Romeo. Era il responsabile del Dipartimento Igiene e Sanità pubblica del Distretto Jonio dell’Asp di Cosenza e da qualche tempo era anche diventato responsabile del Centro vaccinale Hub del PalaBrillia a Corigliano-Rossano.

Una morte improvvisa quella che ha colto il dottore Romeo. Probabilmente un infarto mentre era a bordo della sua auto. Stava parlando al telefono con una collega di lavoro quando ad un tratto la conversazione si è interrotta nel silenzio. Probabilmente un arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo. La comunità di Corigliano-Rossano che conosceva e aveva imparato ad apprezzare il lavoro del dottore Romeo è sotto shock.

Ricordiamo, in queste settimane il medico, insieme al suo staff, stava gestendo le complesse operazioni vaccinali nel grande hub di contrada Brillia. Un lavoro sicuramente sfiancante ma che lo vedeva sempre impegnato con gentilezza e disponibilità. Era un professionista orgoglioso del suo lavoro che svolgeva con grande entusiasmo come dimostra questa ultima foto che gli scattammo qualche settimana fa. (Eco dello Jonio)