Quartapelle PD: “I russi rapiscono i bimbi ucraini e li danno in adozione”. Asfaltata: “E allora Bibbiano? Taci!”


Da Il Primato Nazionale – Roma, 19 mag – C’è poco da fare: l’accostamento con Bibbiano è una di quelle macchie che il Partito democratico farà fatica a levarsi di dosso. Se ne è accorta a sue spese Lia Quartapelle, ormai al suo secondo mandato da deputata tra le file del Pd.

Nella giornata di ieri, la parlamentare dem ha pubblicato questo tweet: «Sono 2.161 i minori orfani ucraini rapiti dalla Russia e dati in adozione. Di tutte le storie di atrocità di cui ci ha informato Liudmyla Denisova commissaria dei diritti umani questa è la più crudele. L’Italia aiuterà l’Ucraina a indagare e perseguire tutti i crimini di guerra della Russia».

«E allora Bibbiano?» (cit.)

Fin qui tutto bene, ci mancherebbe: assolutamente sacrosanto difendere i più piccoli e i più indifesi. Ma la nota rimane comunque stonata. Perché tutti ormai si ricordano dei politici del Pd che irridevano i loro detrattori con frasi come «E allora Bibbiano?».

Come se l’inchiesta Angeli e demoni fosse tutta una montatura ordita dall’estrema destra. E invece il sistema criminale della Val d’Enza esisteva eccome, con tanto di condanna a quattro anni per Claudio Foti, il «guru» psicoterapeuta a capo dello studio di cure Hansel&Gretel finito sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti.

Quartapelle nel mirino dei social

Con queste premesse, era più che prevedibile che molti utenti social avrebbero mal digerito la solerzia della Quartapelle. E l’indignazione è esplosa quasi subito: «Quelli di Bibbiano come fanno a sindacalizzare sui bambini ORFANI di guerra dati in adozione a famiglie russe? Li volevano loro per caso per darli a qualche famiglia Lgbt?», si può leggere in un commento.

«Avete tolto con l’inganno i bimbi alle famiglie naturali per darli a coppie lesbiche, ti ricorda qualcosa Bibbiano? Taci taci», gli fa eco un altro. E ancora: «Almeno erano orfani, se fosse vero! Voi avete tolto con le peggiori scuse dei bimbi a famiglie che amano i loro figli, mandando a prenderli con plotoni di forze dell’ordine, per darli in adozione a coppie lesbiche o gay con la complicità dei vostri assistenti sociali».

Per quanto lo scrupolo della Quartapelle fosse più che legittimo, gli errori di comunicazione del suo partito su Bibbiano pesano ancora parecchio. Ed è giusto che sia così.

Elena Sempione

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale