Putin chiude definitivamente i rubinetti alla Germania: dall’11 luglio Gazprom fermerà il Nord Stream


Da Il Tempo – l colosso del gas russo Gazprom comunica che la Nord Stream Ag fermerà entrambe le stringhe del gasdotto Nord Stream dall’11 al 21 luglio per riparazioni programmate.

«Dall’11 luglio al 21 luglio 2022, Nord Stream Ag chiuderà temporaneamente entrambe le stringhe del gasdotto Nord Stream per eseguire lavori di manutenzione programmata, inclusi test di componenti meccanici e sistemi di automazione, per garantire un funzionamento efficiente, sicuro e affidabile di il gasdotto», si legge in una nota riportata da Interfax. La Nord Stream Ag, la società che gestisce l’esercizio, è costituita al 51% da Gazprom.

Nel frattempo arrivano i dati sulla produzione del primo semestre dell’anno in corso. Nel periodo gennaio-giugno 2022 Gazprom, secondo i dati preliminari, ha prodotto 238,4 miliardi di metri cubi di gas, il 8,6% in meno (pari 22,4 miliardi di metri cubi) rispetto allo scorso anno. Lo rende noto la società. Le consegne della società dal sistema di trasporto del gas al mercato interno sono al livello dell’anno precedente.

Le esportazioni verso i paesi non CSI sono calate del 31%, a 68,9 miliardi di metri cubi, rispetto allo stesso periodo del 2021. Gazprom fornisce gas secondo gli ordini confermati.

Leggi la notizia su Il Tempo