Pugno durissimo del Texas contro l’immigrazione illegale: migranti presi a frustate dagli agenti a cavallo (Video)


Scene d’altri tempi negli Stati Uniti, alle prese con l’ondata di migranti dal Messico. La polizia di frontiera americana a cavallo usa la frusta per “tenere a bada” gli immigrati irregolari che in condizioni disperate tentano di entrare nel Paese vicino a Del Rio, in Texas.

Sono circa 10mila persone, molte provenienti da Haiti, coloro che vogliono chiedere l’asilo. Una emergenza umanitaria a cui le autorità locali stanno rispondendo con il pugno di ferro. Il caso è diventato inevitabilmente politico, con la Casa Bianca in grave imbarazzo e costretta ad intervenire con un durissimo comunicato: “Orribile da vedere”, ha definito il video diventato virale sui social Jen Psaki, portavoce del presidente democratico Joe Biden, attaccando indirettamente le autorità repubblicane texane.

“Ho visto alcune delle immagini, non riesco a immaginare alcun contesto che lo renderebbe appropriato”, ha spiegato la Psaki. “Penso che nessun che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile o appropriato”. Secondo la portavoce la gente è “comprensibilmente” offesa dalla possibilità che le forze dell’ordine usino le fruste sui migranti.

Ma il caso travolge anche il ministro dell’Interno di Biden Alejandro Mayorkas, primo ispanico a sedere su quella poltrona e anche lui figlio di rifugiati, da Cuba. Anche la linea di Biden, comunque, è quella dello “sbarramento della frontiera”: “Non è questo il momento di venire” negli Usa, è il messaggio fatto recapitare dalla Psaki ai disperati. Difficile però fermare la loro onda dei migratni soltanto con le parole.

Leggi le notizie su Libero Quotidiano