Pseudo intellettuali e radical chic chiedono la liberazione dei terroristi rossi assassini: tra loro la sorella di Carla Bruni







Da Affari Italiani – Francia, sorella di Carla Bruni difende i terroristi. L’appello a Macron. Neanche il tempo di iniziare una collaborazione tra Francia e Italia con l’arresto di 9 terroristi italiani a Parigi, che già sono scattate le contromosse da parte dei francesi. Intanto sono già stati tutti scarcerati e messi in libertà vigilata e poi sul quotidiano Liberation, attraverso una lettera pubblica è arrivata la difesa d’ufficio ad opera di diverse personalità dello spettacolo e della cultura, che hanno firmato un appello al presidente Emmanuel Macron, – si legge su Repubblica – «per mantenere l’impegno preso dalla Francia» nei confronti degli esiliati italiani per cui è stata richiesta l’estradizione.

Fra loro, in prima linea, si è schierata anche la sorella di Carla Bruni, Valeria Bruni-Tedeschi. Con lei gli altri firmatarii dell’appello sono stati: Georges Didi-Huberman, Annie Ernaux, Costa-Gavras, Jean-Luc Godard. Nella lettera si sottolinea che tutte le persone uscite dalla clandestinità «hanno rispettato il loro impegno a rinunciare alla violenza». «Alcuni in Italia li usano come spaventapasseri per obiettivi di politica interna che non ci riguardano».

Leggi la notizia su Affari Italiani


Segui le nostre rassegne su TELEGRAM e su TWITTER