Primarie Usa: “trombata” l'”anti-Trump” Liz Cheney: i repubblicani contrari a Trump in via d’estinzione


da Scenari Economici – Liz Cheney, figlia  dell’ex presidente di Bush Junior e dura avversaria repubblicana dell’ex presidente Donald Trump, è stata ufficialmente sconfitta nella gara alla candidatura  del GOP del Wyoming  da Harriet Hageman, aspirante candidata sostenuta da Trump. Un RINO, Republican In Name Only in meno nel parlamento americano.

Decision Desk HQ ha stabilito che Harriet Hageman ( è la vincitrice della nomination repubblicana per il distretto congressuale at-large della Camera degli Stati Uniti del Wyoming“, ha twittato DDHQ appena 27 minuti dopo la chiusura delle urne e lo scrutinio di appena il 4% dei voti. “Ha sconfitto l’attuale rappresentante Liz Cheney (R). #DecisionMade: 9:27 pm EDT”.

Trump ha subito salutato la vittoria di Hageman martedì sera: “Congratulazioni a Harriet Hageman per la sua grande e decisiva vittoria in Wyoming“, ha scritto Trump sul social Truth. “Questo è un risultato meraviglioso per l’America e un completo rimprovero al Comitato Unselect di hacker e delinquenti politici”. “Liz Cheney dovrebbe vergognarsi di se stessa, del modo in cui si è comportata e delle sue parole e azioni dispettose e bigotte nei confronti degli altri. Ora può finalmente scomparire negli abissi dell’oblio politico dove, sono sicuro, sarà molto più felice di quanto non lo sia ora. Grazie WYOMING!”.

La sconfitta di Cheney era piuttosto prevista e mostra la progressiva estinzione dei repubblicani contrari a Trump, il tutto nonostante le azioni poste in atto dall’FBI nei confronti dell’ex presidente. Anzi prosegue il compattamento del partito attorno alla sua figura. Queste ultime primarie confermano la presa di Trump sul partito, dove il suo “Marchio” è in grado di far eleggere o espellere candidati. Se i sondaggi verranno confermati il prossimo parlamento USA non solo sarà controllato dai repubblicani, ma più precisamente dai trumpiani.

leggi la notizia su Scenari Economici