Primarie, Matteo Orfini si copre di ridicolo: “Partecipazione e numeri che Matteo Salvini si sogna”




“Siamo sul livello del 2017, quindi non mi sembra che ci sia un calo di partecipazione: sono numeri che Matteo Salvini si sogna…” Matteo Orfini, presidente del Partito Democratico, pungola il leader della Lega, commentando la vittoria di Nicola Zingaretti alle Primarie del Pd e l’importante affluenza registrata ai seggi: in attesa dei dati ufficiali, a votare sono andati circa 1,5 milioni di militanti dem.


“Un congresso come questo e una partecipazione così ampia nella scelta di un gruppo dirigente e di un segretario non ha eguali in nessun partito di questo Paese. Servirebbe maggior rispetto e mi piacerebbe che anche gli altri partiti facessero le Primarie: ecco, sarebbe un bene per la democrazia italiana”, prosegue l’esponente piddì, che è stato intercettato dai cronisti all’ingresso del Nazareno, a Roma.

“È un ottimo segnale il fatto che abbiano partecipato così tante persone: un partito che molti commentatori davano per morto ha dimostrato, invece, una certa vitalità. È un punto di inizio. Nicola Zingaretti ha vinto e ha vinto molto bene: ha la responsabilità di guidare il Pd e sono certo che lo farà bene” dice ancora.

Infine, una battuta di Orfini sull’ex segretario: Matteo Renzi gli ha fatto l’in bocca al lupo e gli ha detto che non ha alcuna intenzione di ostacolare il lavoro del nuovo segretario: è vero. E io eviterei di continuare a leggere la vita del Pd come un referendum sulla vita di Renzi. Ora cerchiamo di dare tutti una mano”.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter- ©RASSEGNEITALIA