Pescatori liberi, Di Maio senza vergogna: “Avevamo detto che li avremmo portati a casa”. Dopo 108 giorni (Video)


Dopo ben 108 giorni di immobilismo e silenzi, i pescatori siciliani detenuti in Libia sono stati liberati. Nonostante il ritardo da parte del governo e della Farnesina, Luigi Di Maio se ne esce così: “La liberazione dei nostro pescatori è una bella notizia, avevamo detto che li avremmo portati a casa per Natale e ce l’abbiamo fatta. Ora basta con le polemiche, davanti a questi risultati l’Italia deve essere unita, sono questi i risultati che ci rendono orgogliosi. Vorrei ringraziare i servitori dello Stato che hanno contribuito alla liberazione. Ora continuiamo a lavorare, il 2021 dovrà essere l’anno in cui ci riprendiamo la nostra libertà”. Il ministro degli Esteri non considera però che gli attacchi, in primis dell’opposizione, non sono stati in merito alla liberazione, quanto più ai tre mesi e mezzo passati.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano