Pesante disfatta anche per Emma Bonino: perde a Roma e +Europa non arriva neanche al 3%



Da Il Tempo – Nel collegio uninominale Lazio 2, con 1.093 sezioni scrutinate su 1.107 (98,7%), la candidata della coalizione di centrodestra per il Senato Lavinia Mennuni raggiunge il 36,37% delle preferenze e batte Emma Bonino, candidata del Centrosinistra con +Europa, che ha ottenuto il 33,17% delle preferenze. Terzo il leader di Azione Carlo Calenda al 14,03%, quarta Alessandra Maiorino del M5S con l’11,34%.

E per Bonino si mette male anche a livello nazionale, rischiando (per YouTrend è già una certezza) di fare la stessa fine di Luigi Di Maio. Con lo scrutinio al Senato quasi al 96%, +Europa è al 2,95%: ripartendo i voti al solo candidato nei collegi uninominali raggiunge il 2,97%, restando di circa 8.000 voti sotto la soglia di sbarramento nazionale del 3%.

Un’autentica disfatta per la sinistra in un collegio, quello che comprende il Centro Storico di Roma, che è sempre stato considerato blindato. Ma la frattura con Calenda aveva fatto sorgere i primi timori nelle scorse settimane. “Ci ruberà dei voti e sarà decisivo per far vincere il centrodestra” il parla parla più diffuso tra gli elettori dem: e così è stato. Con Calenda che si salva grazie a candidature in altri collegi.

Leggi la notizia su Il Tempo