Per il Partito Democratico i ristoratori e i commercianti che protestano sono squadristi fascisti. Il tweet choc


‘era da scommetterci: le forze di governo hanno già cominciato a criminalizzare i ristoratori. Ha dell’incredibile quanto twittato dall’account ufficiale del Partito democratico. “No, non chiamatela ‘la rivolta dei commercianti’. Perché un vero commerciante non scenderebbe mai in piazza per rivendicare il lavoro, sfasciando vetrine di altri commercianti. Le cose vanno chiamate con il proprio nome: questo è squadrismo fascista, si legge nel tweet firmato Nicola Oddati, responsabile Pd Mezzogiorno.

Peccato che in piazza non sono scesi solo gli sfasciavetrine di Napoli, Milano e Torino. In decine di piazze  in giro per l’Italia commercianti, ristoratori e partite Iva hanno manifestato pacificamente. Di quelli, il Pd non parla ma accomuna i gruppetti di teppisti che hanno animato la guerriglia notturna con le migliaia di persone per bene che hanno osato smascherare l’ingiustizia – e l’inutilità – delle misure contenute nell’ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte. Ma per il Pd sono tutti “squadristi fascisti“.

Leggi la notizia su Il Tempo


Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter