Paura a Treviso, marocchino molesta i passanti e attacca i carabinieri: giudice lo rimette subito in libertà


Di Renato Fratello – Molesta i passanti e poi aggredisce i carabinieri. Tensione a  Treviso nelle vicinanze della stazione delle corriere. I carabinieri hanno arrestato un marocchino di trent’anni, in Italia senza fissa dimora, con precedenti di polizia. In via Sile Mattei, nei pressi della stazione delle autocorriere, l’uomo ha opposto resistenza ai militari. I carabinieri sono intervenuti su richiesta di alcuni passanti che avevano subito le molestie dell’uomo.

Marocchino molesta i passanti

In evidente stato di alterazione, il marocchino ha tentato di colpire i carabinieri e si è rifiutato di fornire le proprie generalità. Per fortuna non ci sono stati feriti. Dopo aver passato una nottata in camera di sicurezza, il 31enne è tornato in libertà. Denunciato anche lo zio del giovane, classe 1971, perché ha tentato di ostacolare il controllo. L’uomo è stato trovato in possesso di un taglierino con una lama di 7 centimetri, nascosto nel suo zaino.

Molesta i passanti, i precedenti

Alcune settimane fa la Polizia di Stato di Trieste ha denunciato per molestie, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale un cittadino slovacco del 1984. L’uomo ha molestato e ha avuto comportamenti arroganti nei con confronti di alcuni passanti e di alcuni studenti in via Stock, nel rione di Roiano. Sono giunte telefonate alla sala operativa della Questura tramite il 112 e sul posto si è recata una volante. Alla vista degli operatori l’uomo ha mantenuto un atteggiamento offensivo e ha opposto resistenza.

Altro caso a Roma

Un altro precedente nello scorso anno. La chiamata ai carabinieri indicava una transessuale molesta che stava importunando passanti e residenti. Il fatto è accaduto  all’Eur, in viale Libano a Roma. Lì i militari dell’Arma hanno poi denunciato a piede libero per porto di armi o di oggetti atti ad offendere, una brasiliana senza fissa dimora di 40 anni. Ubriaca si aggirava in strada urlando e minacciando i passanti, con in mano un bastone di ferro.

Leggi la notizia su Il Secolo d’Italia


Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter