Paura a Milano, africano prende a bastonate in testa i poliziotti: un agente apre il fuoco per fermarlo





Da Libero Quotidiano – Altra storia di ordinaria violenza a Milano, dove un immigrato ha colpito a bastonate alcuni poliziotti. È accaduto martedì 19 ottobre in via Settala, all’incrocio con viale Tunisia. Un 27enne camerunense senza fissa dimora, dopo aver avvicinato una pattuglia della polizia locale, ha iniziato a insultare una vigilessa cercando poi di inserire un braccio nell’abitacolo dell’auto.

A quel punto le forze dell’ordine hanno chiesto all’uomo i documenti, generando in lui rabbia e violenza. Il 27enne ha prima raccolto una bottiglia e l’ha lanciata con grande forza contro la polizia, poi ha preso un’asse di legno per colpire gli uomini della pattuglia prendendone uno in testa. Immediato l’intervento dei colleghi che hanno tentato di fermare la furia del camerunense con lo spray urticante.


Ma anche così l’uomo non si è arresto, prendendo nuovamente a bastonate un poliziotto che fortunatamente si è protetto con il gomito. L’immigrato si è fermato solo dopo che uno dei vigili intervenuto ha sparato un colpo in aria. L’uomo, che aveva già cercato di aggredire anche alcuni passanti, è stato arrestato mentre l’agente ferito è stato trasportato insanguinante all’ospedale Fatebenefratelli.

È “un brutto episodio“, commenta il neo assessore alla Sicurezza, Marco Granelli: “Gli agenti e ufficiali della polizia locale hanno agito prontamente e con professionalità, e di questo li ringrazio perché svolgono un servizio di qualità nella nostra città, che si vede anche in queste difficili circostanze. La mia solidarietà a tutti loro e in particolare all’agente rimasto ferito”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano