Padova, malore fulminante improvviso: ciclista di 58 anni si accascia e muore sul ciglio della strada





Di Cesare Arcolini – OSPEDALETTO EUGANEO (PADOVA) – Si è sentito male mentre era in sella alla sua bicicletta. Un improvviso malore ha stroncato la vita di Giovanni Galetto, 58 anni residente a Casale di Scodosia. La rovinosa caduta è avvenuta oggi, 26 gennaio, alle 10 in via Roma ad Ospedaletto Euganeo.

Ciclista morto, chi è e cosa è successo

Secondo il racconto di un testimone, la vittima stava procedendo sul ciglio della strada quando ad un tratto si è accasciato privo di sensi. Sul posto per i rilievi si sono portati gli agenti della Polizia stradale del distaccamento di Piove di Sacco e il personale medico del Suem 118. I sanitari non hanno potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso del cinquantottenne.


Gli agenti fin da subito hanno escluso la complicità di terzi. Il cinquantottenne è caduto autonomamente stroncato da un malessere che non gli ha dato scampo. La salma, dopo il nullaosta della magistratura di Rovigo, è stata pietosamente composta e trasferita all’istituto di Medicina legale dell’ospedale di Schiavonia e messa a disposizione della famiglia per le esequie. La scena della caduta e del conseguente decesso è avvenuta di fronte a numerose persone in pieno centro lasciando un senso di dolore e di vuote tra tutti coloro che conoscevano la vittima.

Leggi la notizia su Il Gazzettino