Orsini: “Draghi prende in giro gli italiani”. “L’Italia è sottomessa, scostamento tra ciò che sentiamo e ciò che succede davvero”





Da Il Tempo – Il governo è al bivio. Il premier Mario Draghi rientra dal tour internazionale e trova una maggioranza a pezzi. L’estenuante trattativa condotta con i colleghi europei per ottenere la concessione all’Ucraina dello status di Paese candidato a entrare nell’Ue e per fissare un tetto continentale al prezzo del gas è stata solo l’antipasto.

Ospite nel salotto di “Non è l’arena”, programma di La7 condotto da Massimo Giletti, Alessandro Orsini, docente di Sociologia del terrorismo internazionale, punta il dito contro il governo Draghi ed espone la teoria del grande imbroglio: “Mi colpisce quanto l’Italia sia sottomessa. C’è un evidente scostamento tra quello che sentiamo e quello che succede davvero.


Noi sentiamo analisti, ricercatori, politici, giornalisti. Credo che molti siano disonesti perché legati a forti centri di potere”. Orsini, senza freni, si definisce una falla del sistema e ci va giù pesante: “Facciamo il calcolo di chi parla bene di Draghi e delle conseguenze di criticare il nostro governo. Mario Draghi ha imbrogliato gli italiani.

Tutte le volte che Zelensky incontra un fioraio, chiede armi pesanti. Pensiamo quando parla con i Capi di Stato”. Poi a valanga: “Draghi ha incontrato a Kiev Olaf Scholz, cancelliere della Germania, ed Emmanuel Macron, presidente della Repubblica francese. In quell’occasione il presidente dell’Ucraina non ha chiesto armi. Si sono messi d’accordo”.

Giletti lo ha interrotto: “Senza dubbio Draghi è un abile diplomatico. Ci sono dei problemi. La questione è delicata. Come se ne esce?”. “In Italia c’è una catena di comando chiara. Il governo è animato da figure scialbe. Draghi deve esautorare il Parlamento per inginocchiarsi al potere, a Biden. Stanno ingannando gli italiani con degli escamotage. Draghi non ha volontà politica. Fa quello che dice Biden” ha concluso il professore Orsini senza esitazione.

Leggi la notizia su Il Tempo