Notte di follia a Roma: un 30enne buttato giù dal ponte da 2 nordafricani, ricoverato in codice rosso


Di – Tragedia sfiorata la scorsa notte a Roma. Un marocchino di 30 anni è precipitato da Ponte Sisto ed è finito nel Tevere dopo essere stato spinto probabilmente da due nordafricani.

La vicenda, che per fortuna non ha avuto un epilogo tragico, è accaduta intorno alle 3 in una delle aree maggiormente frequentate della movida romana. Proprio la presenza di diverse persone in questa zona di passaggio della Capitale ha rappresentato la fortuna per lo straniero.

Appena accaduto il fatto sono arrivate al Numero Unico per le emergenze segnalazioni che raccontavano di un uomo caduto nel Tevere. Sul posto sono, così, giunti i vigili del fuoco con la squadre di Ostiense e il gruppo fluviale che in poco tempo hanno recuperato la persona caduta in acqua. Quest’ultima è stata successivamente affidata al personale del 118 nel frattempo giunto sul luogo.

I sanitari, viste le condizioni dell’uomo, hanno provveduto al suo trasporto all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso. Il marocchino non sarebbe in pericolo di vita. Lo straniero, cosciente, è stato visitato e curato: 40 i giorni di prognosi per lui a causa di diverse fratture alla zona lombare. Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Trastevere per indagare su quanto accaduto. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni ai militari ad agire potrebbero essere stati due immigrati con i quali il 30enne avrebbe discusso.

Questa versione dei fatti sarebbe stata confermata dalla stessa vittima. “Conoscevo i due aggressori, sono cittadini nordafricani”, ha raccontato il 30enne che ha spiegato che con i due aveva già litigato qualche giorno fa. “Ieri ci siamo incrociati- ha aggiunto- e, dopo aver litigato nuovamente, mi hanno spinto di sotto e sono scappati”. Non un incidente, quindi, ma quanto successo sarebbe un tentato omicidio. Il condizionale, però, è d’obbligo.

Le indagini proseguono alla ricerca dei due sospettati. Per far luce sul caso e ricostruire la dinamica dei fatti i carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza che puntano su Ponte Sisto e nelle zone limitrofe. Solo con i filmati si potrà capire cosa sia effettivamente successo la scorsa notte.

Leggi la notizia su Il Giornale