Nonostante l’85% di vaccinati in Belgio è allarme 4ª ondata: +50% di casi. Qualcosa non torna nella propaganda di regime


Da Scenari Economici 10.45 Il Belgio potrebbe essere sull’orlo di una nuova grande ondata di casi di contagio da Covid-19. Questo l’allarme lanciato dalle autorità, nonostante l’85% della popolazione adulta sia vaccinata. “Siamo in una quarta ondata”, dice il ministro della Sanità, Vandenbroucke.

Il governo sta incoraggiando l’uso delle mascherine per fermare l’aumento di casi, simile a quello delle prime tre ondate. Il Paese registra oltre 3.000 casi al giorno,in aumento del 50% sulla settimana precedente. I ricoveri sono ormai 80 al giorno,in crescita del 40%.

Non vogliamo commentare i dati: ognuno evinca ciò che gli aggrada di più. Formuliamo semmai delle ipotesi fantasione:

1) Il picco dei contagi è dovuto solamente al 15% di non vaccinati
2) I vaccini NON servono a bloccare il virus
3) Il virus della COVD19 si comporta come una qualsiasi influenza stagionale: in autunno riparte
4) Che fretta c’era, maledetta primavera. Le soliti stagioni che mettono i bastoni tra le ruote alle statistiche e fanno credere che (guarda caso in coincidenza temporale con l’inizio delle vaccinazioni di massa) il merito del calo dei contagi fosse di BigPharma.

5) si sono ammalati tutti assieme solo per fare un dispetto a Draghi e Speranza e, in realtà, i belgi sono tutti portuali di Trieste, pure un po’ fascisti.

In realtà, come riporta il giornale belga LeSoir, le autorità si stanno ormai adattando all’idea che il male sia stagionale. Il numero di ricoveri, benché in aumento, è sotto controllo.

Leggi la notizia su Scenari Economici