Nicola Porro incenerisce l’accusatrice degli Alpini: “Le gambe belle? Sono queste le molestie?”





Da Libero Quotidiano – Bufera sugli Alpini, che ora sembrano essere il peggio del peggio del nostro Paese. La vicenda è quella delle molestie al raduno di Rimini. Episodi incresciosi, senza dubbio alcuno. Ma purtroppo l’intero corpo è stato identificato con l’imbecillità e la volgarità di quei pochi che si sono resi protagonisti di molestie nei confronti di donne e ragazze.

E sulla vicenda piomba Nicola Porro, ospitando sul suo blog un intervento di Nicolò Petrali, che trova spunto in un servizio trasmesso dal TgLa7 in cui parla una delle ragazze “aggredite” al raduno. E la ragazza, Francesca, spiega che qualcuno le ha datto che ha delle “belle gambe”. Nel pezzo, si legge: “Per questo (Francesca ndr) dice di essersi dovuta addirittura chiudere in casa. Non sta a noi giudicare, ci mancherebbe, ognuno vive le situazioni a suo modo”.


Insomma, l’accento è critico. “In primis perché noi, a differenza del pensiero unico politicamente corretto, non crediamo in un mondo fatto di contrapposizioni di classe o di genere. Crediamo nell’individuo, nel singolo e nelle sue capacità di giudizio.

Dunque parlare alla ‘categoria donne’, per noi ha davvero poco senso”, aggiunge Petrali. Ma la sintesi definitiva arriva dal lancio con cui Porro, su Twitter, accompagna il pezzo: “Le molestie degli alpini? Guardate la testimonianza di questa ragazza. Ecco cosa le avrebbero detto di orribile“. Quel che pensa Nicola Porro, insomma, è piuttosto semplice da comprendere…

Leggi la notizia su Libero Quotidiano