Sap di Ascoli: primo sindacato con maggioranza assoluta

Ascoli Piceno- Finalmente sono stati forniti i dati della consistenza associativa sindacale delle  Organizzazioni della Polizia di Stato su base provinciale, ed è arrivata la conferma che  tutti ci aspettavamo.

Sap di Ascoli: primo sindacato con maggioranza assoluta per il terzo anno consecutivo

Per il 7° anno consecutivo il SAP, Sindacato Autonomo di Polizia, con i suoi 168 iscritti  ed il 56,4% di rappresentatività è la prima sigla Sindacale nella provincia di Ascoli  Piceno e per il 3° anno consecutivo con la maggioranza assoluta, ovvero del 50% + 1.

Una crescita costante, progressiva, condita da momenti belli e meno belli, battaglie  giuste ed impegnative, discussioni e tante soddisfazioni. La cosa più bella è la coscienza  di aver lavorato ogni giorno in maniera pulita, senza mai cadere nel banale o nel  disonesto. Siamo orgogliosi di poter affermare di aver iscritto tutti i 168 colleghi sulla  base delle nostre attività a tutela della categoria, senza mai chiedere o peggio illudere i  colleghi per racimolare tessere. Perché noi siamo fatti così, non lo facciamo per un  guadagno personale, ma per il piacere e la soddisfazione di farlo.

Le battaglie che stiamo affrontando ultimamente, ci stanno dando la forza di lavorare  con ancor più determinazione, sempre negli interessi e la tutela dei Colleghi, i quali  stanno riponendo in noi grande fiducia.

D’Eramo: “168 volte grazie”

Ed è per questo che rivolgiamo 168 volte il ringraziamento da parte di tutta la segreteria  provinciale nei confronti dei colleghi e delle colleghe che hanno visto nel SAP un  modello organizzativo sindacale che esprime le migliori idee e che supporta i propri  iscritti nelle difficoltà operative quotidiane della Questura e di tutte le Specialità  (Polstrada, Polfer e Postale), i quali ci spronano a migliorarci soprattutto nelle relazioni  sindacali nei confronti, non della controparte, ma come ci piace sottolineare, dell’“amica  Amministrazione”, anche perché fondamentalmente gli interessi sono e dovrebbero  essere comuni, ovvero quelli di poter lavorare in un ambiente sereno curando la salute  ed il benessere del Personale.

Segretario Provinciale

Massimiliano D’Eramo

LEGGI ANCHE: Al centro La Fenice check-up post-Covid

Segui le nostre notizie su Facebook e su Twitter