L’angolo quotidiano con Graziano Bruno: L’Antigone

Di Paola Pieroni- Appuntamento quotidiano con il nostro talentuoso Graziano Bruno. Oggi andiamo con l’ Antigone, è uno dei capolavori piu’ noti dell’ antica Grecia. Scritta da Sofocle, pare sia stata riportata in scena ad Atene intorno al 442 A.C. L’opera appartiene al ciclo di drammi tebani ispirati alla drammatica sorte di Edipo, re di Tebe e dei suoi discendenti. I figli di Re Edipo, Etocle e Polinice , dopo aver lottato strenuamente per il regno di Tebe, si sono dati la morte a vicenda. Il nuovo Re, Creonte, ordinò degna sepoltura per il primo dei fratelli, mentre per il secondo, dispose di darlo in pasto ai cani e dopo agli uccelli.

L’Antigone
Qui, entra in scena la sorella dei due, Antigone, che mossa dal sentimento umano, cercherà di dare degna sepoltura a Polinice. Nessuno poteva vietare ad una sorella di seppellire il proprio fratello. Antigone chiederà aiuto all’altra sorella Ismene, che tuttavia, impaurita dalle possibili conseguenze, fece un passo indietro. Re Creonte, informato dell’accaduto, sorprese Antigone che spargeva sabbia sul povero corpo dilaniato del fratello. Così la fece arrestare e la condannò a morte. A nulla servirono le giustificazioni di Antigone, che aveva provato in tutti i modi a far capire che il suo gesto era dettato da una legge Superiore divina (la legge Divina che prevale su quella umana). Nemmeno l’appello del futuro sposo, Emone, figlio di Creonte, le servì a salvarle la vita.

La tragedia di Sofocle e il messaggio
In questa tragedia Sofocle rappresentò ampiamente il contrasto tra legge Divina e legge terrena. Un messaggio ancora oggi attuale. Da sempre Antigone è da considerarsi come il simbolo della lotta contro il potere. Lei in solitaria ebbe il coraggio di ribellarsi alle ingiuste leggi dello Stato. C’è un Antigone in ognuno di noi. Ed è dunque bene diffidare di chi non crede e soprattutto pensa di esser al di sopra del Divino che ci ha creati. Perchè, a tutto c’è un limite.

Grazino Bruno

“Mi limiterò a scrivere di testi importanti piuttosto che commentare fatti e misfatti quotidiani, nella speranza di arrivare dritto alla mente e al cuore di ognuno di voi”. Sono queste le intenzioni del nostro Graziano Bruno.

 

Segui le nostre notizie su Facebook e su Twitter