ILIOU PERSIS!

Di Graziano Bruno- Alla luce degli avvenimenti di ieri, di cui 16 parlamentari di Forza Italia non si sono presentati nella battaglia decisiva sul Mes, argomento facendo riferimento ai massimi poemi storici.

Da una città in fiamme

“Da una città  in fiamme (Ilio, Troia), distrutta per l’astuzia di Odisseo (che ne abbiamo molti) e per l’ incapacità e l’ingenuità dei Troiani (che è il popolo) fuggirà Enea.

La seconda possibilità di fondare una nuova stirpe

Sopravvivere, magari ai danni dell’ onore (perduto da tempo in questo Paese), per poter avere una seconda possibilità di fondare una nuova stirpe (che è la fuga dei giovani all’ estero).
Nella sua fuga sembra quasi udire quelle parole liriche dell’Occidente di Archiloco di Paro.

“Un saio si fa bello col mio amatissimo scudo”

“Un Saio si fa bello con il mio amatissimo scudo,
che abbandonai tra i rovi contro la mia volontà (come dicevi tu ieri, andar via  contro la nostra volontà)
Ma la pelle l ha salvata . E poi, d’ uno scudo, che m’ importa? Al diavolo.
ne rimedierò uno migliore” .

Dall’Odissea all’Eneide

Lo scudo è ovvio non é una città abbandonata, ma Enea reduce da quella guerra sembra volerci dire che per sopravvivere può esser decisivo. Un segno della mentalità che in parte nell’ Odissea ( poema del nuovo ritorno) e soprattutto nell’ Eneide ( poema di una fondazione), può esistere un modo di concepire l’etica !
Certo la fuga è sempre fuga (mi dirai!) ma qualcuno deve pur salvarsi.. perché la storia possa andare avanti, e si possa raccontare ai posteri, degli errori enormi fatto da chi rappresentava il popolo troiano!

L’Iliade

Il tutto raccontato nel poema dell’ Iliade che narra una guerra lunga e stancante; che si chiude con il funerale del nemico numero uno degli Achei: Ettore, lo sconfitto, ma con il presagio della morte di Achille , ormai vuoto e distrutto nel cuore per la scomparsa dell’ amico Patroclo.

Si chiude questa storia con un sapore nell’ aria di sospensione e di sconfitta generale per tutti!
Sembra proprio che il racconto sia stato concepito, ideato e realizzato per far capire ,( fortunato chi ha ancora l’intelletto) narrando nel bene e nel male una “gloriosa lapide “, che segnò la fine dell’ identità di un popolo. Iliou Persis!!

G.B e P.P.

Segui le nostre notizie su Facebook e su Twitter